cs 16

Abbiamo appreso dai media della richiesta, da parte dell’Amministrazione Comunale di Sassuolo, di un contributo alla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena di 165mila euro per finanziare una serie di iniziative che si terranno il prossimo mese di giugno e luglio tra cui il concerto in occasione della Festa della Repubblica, gli incontri con l’autore di Villa Giacobazzzi e quelli da inserire nel calendario delle Fiere d’Ottobre, oltre alla rassegna di cinema estivo al Parco Vistarino, la rassegna concertistica di Note d’Estate e un altro evento, inedito, dedicato alla canzone napoletana.
Riteniamo strategico il rapporto tra il Comune di Sassuolo e la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena che cogliamo l’occasione per ringraziare per il sostegno alle attività culturali cittadine ma ci chiediamo come mai non sia stata coinvolta per ridare alla città lo storico teatro, il Carani.
Ci chiediamo perché, nell’ottobre 2014, la Giunta non fece richiesta alla Fondazione per ripristinare il danno al controsoffitto, stimato in 100mila euro circa, permettendo così al Teatro Carani di essere ancora aperto onorando il contratto d’affitto che vedeva il Comune di Sassuolo responsabile della manutenzione ordinaria e straordinaria.
Notiamo come il Teatro Carani non sia più nei programmi di questa Giunta, ce ne dispiaciamo ma continuiamo nel nostro lavoro con l’obiettivo di rivedere il Teatro Carani aperto.